Le derive del Presidenzialismo

Vignette satiriche di
Vincenzo Benincasa
, inchiostro nero e pennarelli colorati su foglio A4.
Vincenzo Benincasa‘s Satirical cartoons, black ink & coloured felt-tip pens on A4 sheet.
I fogli devono essere scannerizzati per bene e raccolti in un libro. Sono stati postati con dei tag su Facebook in base agli eventi attinenti. Gli originali sono in vendita sulla Vetrina Virtuale di FB.

 

www.presidenzialismo.org
Le Repubbliche Presidenziali

Secondo i maggiori politologi una Repubblica Presidenziale è una forma di governo che grava esclusivamente sulla figura del Presidente del Consiglio dei Ministri o Capo del Governo, che viene eletto direttamente dal popolo in modo democratico e verso il popolo è responsabile del suo operato. Nell’ingegneria costituzionale il Presidente del Consiglio assomma in sé tutti i poteri dall’esecutivo al legislativo, e spesso il suo incarico si fonde con quello del Presidente della Repubblica (come negli Stati Uniti d’America, ma anche in alcuni Stati del Sud America). Non può essere sfiduciato dal Parlamento e deve portare a termine il suo programma fino alla fine del suo mandato di 5 anni. Nelle Repubbliche Parlamentari, invece, viene chiamato, appunto, Primo Ministro in quanto è subordinato alle voglie e cambi d’umore dei suoi Ministri e Deputati, i quali, come vediamo in Italia, sono gli artefici della caduta e crisi di governo. Nei regimi Presidenziali il Presidente si circonda di uomini e donne di sua fiducia e nomina i membri del suo Gabinetto, che devono seguire le sue direttive fino alla fine del mandato: molti politologi sostengono che, assommando in sé tutti i poteri, potrebbe far cadere un sistema democratico in un sistema dittatoriale. Noi della SBG abbiamo analizzato a fondo il Presidenzialismo, studiandone i pregi e i difetti, e siamo giunti alla conclusione che con alcuni accorgimenti la Repubblica Presidenziale è possibile anche in Italia…

vignetta

Le derive del Presidenzialismo. Vignetta satirica, pennarelli blu, verde e rosso su foglio A4.
Presidentialism’s drifts. Satirical cartoon, blue, green and red felt-tip pens on A4 sheet.

Tratto dalla pagina 9 del Capitolo II, I METODI di RICERCA, della Sintesi e Commento della Scienza del Buon Governo (SBG):
“E tutti i metodi di ricerca della SBG devono attenersi fedelmente a un ragionamento razionale (i nostri politicanti di turno fanno ragionamenti logici e approvano leggi giuste?). La maggior parte dei fallimenti politici è determinata dalla irrazionalità e inconcludenza, oltre che dalla incapacità di trovare il bandolo della matassa. I politici passati e odierni usano un linguaggio persuasivo, demagogico per ottenere consensi nell’elettorato, ma ai fini pratici dicono e stradicono e non si combina mai niente, trovandosi tutti quanti sempre in situazioni di stallo e di crisi. Invece, i politologi della SBG devono parlare in modo razionale e logico, cercando di individuare soluzioni concrete a temi come la disoccupazione, l’immigrazione, le tasse, la sanità, le imprese, gli affari esteri e la difesa, la sicurezza, la legalità, ecc.

www.presidenzialismo.org

Nel metodo scientifico della SBG non c’è posto per la emotività, l’irrazionalità e l’egoismo particolaristico: parlare come un artista dell’astrattismo non ha senso perché la gente ha problemi seri che devono essere risolti in modo rapido.”

LIBERA DONAZIONE ——>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.