IL PRESIDENZIALISMO

IL PRESIDENZIALISMO

www.presidenzialismo.org

I regimi parlamentari col tempo hanno evidenziato i loro grossi limiti, per questo motivo in Europa cresce sempre di più il numero di coloro che rivolgono la loro attenzione oltre l’oceano, prendendo a modello una delle più antiche democrazie del mondo, quella americana. Ma siamo sicuri che il sistema presidenziale sia davvero migliore di quello parlamentare? Noi concordiamo con quanto sostengono la maggior parte dei politologi, come Giovanni Sartori, che sia i sistemi presidenziali che quelli parlamentari nella forma “pura” “lasciano molto a desiderare” e per questo motivo pochi anni fa ci siamo avventurati dell’impresa disegnare un regime presidenziale perfetto, che non presentasse i difetti dei sistemi a noi noti come quelli presidenziali nord e sud americani, ma soprattutto che riunisse i pregi dei due sistemi, accogliendo quanto di più valido c’è nei modelli parlamentari.
SCARICA L’E-BOOK…
Alcune copertine di libri pubblicati con vari editori – Narrativa© Psicologia© Politica©
E-Mail tecnica: [email protected] – Scrivi per info sul sito –
Contatto Facebook di Vincenzo Benincasa: chiedi l’amicizia… Su Facebook per essere aggiornati sulle nostre idee.

Enzo Benincasa é un esperto di blogging, di scrittura e di pittura. Svolge consulenza su vari settori delle nuove tecnologie che consentono la navigazione sul web. E’ interessato al potenziale dei social network di creare pubblicità mirata alla propria attività…

2 pensieri riguardo “IL PRESIDENZIALISMO

  • 13/11/2014 in 0:48
    Permalink

    L’Italia si fonda principalmente sul TRADIMENTO a partire già dalla famosa Unità d’Italia di quel maledetto anno 1861. Sono stati tutti traditori quelli che hanno consentito lo sbarco a Marsala di Giuseppe Garibaldi e i suoi mille, ma non erano solo mille di truppe regolari come i libri di scuola vogliono farci credere. Infatti c’erano orde di barbari assatanati tra piemontesi, ungheresi, russi e soprattutto inglesi, tutti al comando della Massoneria dell’epoca. I traditori del Regno delle Due Sicilie sono quelli che poi hanno diffuso in tutto il Sud Italia le organizzazioni criminali quali camorra, mafia che usando tutti i dieci comandamenti dell’Antico Testamento al CONTRARIO incutevano paura e producevano confusione a tutti i “coloni“ (contadini, agricoltori, allevatori di bestiame, ecc.) che vivevano con le loro famiglie numerose nelle “masserie” (case di circa tre piani con scale e ampio terreno coltivato e stalle per gli animali come gli odierni “range” americani). Una volta cacciato il Re Borbone da Napoli che faceva riscuotere gentilmente i tributi da questi coloni e tutti i lavoratori tra i mercanti e il commercio, Sua Maestà di Savoia Vittorio Emanuele II prima fece sequestrare loro ogni bene e ricchezza e poi con le sue guardie esigeva con forza cospicui tributi, anche perché il governo di Cavour adduceva che doveva fronteggiare la delinquenza della quale ovviamente si servì per il controllo del nuovo Regno d’Italia. Questo tipo di delinquenza è anche alla base del Fascismo che come tutti sapete ha distrutto l‘Italia del Savoia; diciamo che è un metodo massonico che i Savoia hanno appreso dai Reali inglesi per sottomettere psicologicamente le popolazioni che vivevano in pace e prosperavano. La tecnica era quella di incutere terrore, soggezione, violarli, distruggere i loro credi religiosi per metterne di propri come i perversi principi liberali. Ma soprattutto i soldati del Savoia e poi dei Fascisti violentavano le donne inermi della famiglia per sottomettere definitivamente i padri, i fratelli, gli sposi, ecc., arrivando persino a castrare fisicamente alcuni oltre che psicologicamente come fanno oggi i loro successori. Ma il bello di questa cultura prevaricatrice, maschilista diciamo primitiva ereditata dalle truppe inglesi ha portato i Fascisti a prendere in ostaggio il Savoia Re Vittorio Emanuele III, essere schiavizzati dalla super-potenza Tedesca ed essere lanciati allo scapezzo contro l’Impero Britannico che doveva rimanere alleato di questa specie d’Italia. E Secondo voi che sorte toccò a tutti i fascisti e quelli che si reputavano partigiani che fuggivano sui monti usando povere femmine inermi per sabotare le truppe naziste, allorquando le truppe anglo-americane invasero l’Italia di questi traditori??? E questi traditori continuano oggi a tradire il popolo odierno, che è stato generato dai superstiti morti di fame sopravvissuti al massacro della seconda guerra mondiale. Lo Stato italiano è traditore, è meglio che ve lo ficcate nella testa. E’ inutile che vi fate corteggiare ripetutamente dalla pubblicità-propaganda ingannevole della televisione, dalle belle donnine compiacenti che girano sempre dove ci sono tanti, ma tanti soldi rubati al popolo-suddito-schiavo-utente-consumatore, è inutile sposarsi con donne che ti derubano, ti distruggono la vita e la famiglia e donne senza valori alcuni che hanno il cervello distrutto dai media e da internet, è inutile confidare in donne della giustizia, delle forze armate e di tutte le polizie se sono psicologicamente instabili e si comportano nelle caserme come ben sapete dal fatto occorso a PAROLISI. E a scuola è inutile che vi impegnate, è inutile che mandate a memoria interi libri di testo scritti in lingua italiana da coloro i quali sono pagati lautamente dal sistema, tanto i profitti li ricavano le puttane e i ladri e i traditori. Chi è su internet da decenni sa cosa voglio dire e mi rivolgo a uno in particolare di cui non posso fare il nome. A scuola c’è l’imbroglio perché chi insegna è pervertito, ma ormai con l’uso abbondante di questi mezzi di comunicazione e di informazione tutti lo siamo e pure i casti, i vergini, i pii e i giusti seppure nell‘intenzione perché c‘è differenza tra dire e fare ovviamente. Ma la perversione della scuola italiana è sempre rimasta la stessa dalla sua istituzione, forse si è salvata solo sotto la reggenza di Re Umberto I, ucciso da un anarchico. Dicevano alcuni insegnanti di liceo che la scuola è maestra di vita e infatti insegna che nella vita se si vuole diventare ricchi ed affermati ed avere un posto nella società bisogna imbrogliare, ingannare, derubare, sottomettere psicologicamente il prossimo e fare l’opposto di tutto quello che è stato scritto da secoli nel Codice Penale e Civile. La legge viene applicata per pochi, per quelli che devono essere derubati totalmente dallo Stato. Chi è dentro prospera e tutti gli altri si muoiono di fame. Oggi il TRADITORE imperat!!! E ripeto che il mio unico romanzo on line deve essere letto in chiave metaforica-parabolica come fossero le parabole di Cristo Gesù quando parlava ai suoi seguaci. E immaginate perché non l’ho pubblicato su carta e perché personaggi come il Grillo sono quasi banditi dai mass-media??? E vi rendete conto perché voi soldati siete mandati in guerra in terre straniere sperdute e a spese di chi??? E i padroni del sistema sapete come reagiscono a quanti vanno dicendo le cose che vi ho scritto io??? Vi dichiarano malati mentali totali e vi metteranno le mani addosso e poi vi riempiranno di farmaci-veleno, magari tentando di farvi qualche esperimento segreto sul cervello!!! Voi non immaginate proprio a quanto ammonta il denaro che vi deve lo Stato Italiano per i danni irreversibili causati fin dalla vostra nascita. Vi hanno applicato addosso un codice fiscale che vi serve solo come matricola di prigioniero-schiavo-contribuente come facevano i Briganti prima di diventare tali quando erano coloni e applicavano a fuoco numeretti su tutti i loro capi di bestiame!

    Risposta
  • 06/11/2014 in 3:36
    Permalink

    Diffondono ripetutamente in televisione, su qualsiasi canale, notizie statistiche sui livelli di disoccupazione in Italia. I numeri diffusi sono da tragedia, ma la cosa bella è che alla fine i cronisti commentano che c’è un numero sempre crescente di giovani over 33, che hanno smesso di cercare lavoro. Dicono che sono “mammoni”, che vivono alle spalle dei genitori e sono scrocconi. Vi siete mai chiesti perché si ritrovano ultra trentenni, senza né arte, né parte, senza potere d’acquisto, senza indipendenza, e, magari, pure senza una fidanzata? Hanno creduto, appena maggiorenni, alle promesse di politici e politicanti. Hanno ottenuto, magari, pure titoli di studio medio-alti, hanno ottenuto un lavoro, malpagato e pure raccomandato, hanno scoperto che hanno lavorato e pagato le tasse per essere, poi, presi per il culo da tutti quelli che promettevano e hanno buttato loro fumo negli occhi. Alcuni hanno tentato di fare concorsi pubblici, hanno tentato colloqui di selezione, ma, essendo sprovvisti di raccomandazione opportuna, sono stati scartati, umiliati e non valutati secondo merito. Il tempo passa e logora le menti; ci si ritrova, dopo l’umiliazione costante della ricerca vana del lavoro, dopo averlo perso per un’idiozia di una scelta politica, ci si ritrova… senza la forza di lottare ancora, senza la spinta di cambiare il proprio destino, senza la fiducia in sé stessi. Tutto questo a causa di molti individui che praticano la politica per creare laute fonti di guadagno personali, per creare lobby, per creare caste privilegiate, per creare aguzzini, spioni e gregari prezzolati, che devono vigilare sull’elemento scomodo, pericoloso per l’ordine del sistema: e il passaggio breve alla sua eliminazione, dico, dell’elemento scomodo, è il ponte sottile che lega lo Stato alle mafie, alle camorre, alle organizzazioni criminali, che sono senza scrupoli, senza Dio, asservite al potere e al denaro. Le tasse esose sugli immobili di proprietà, sui veicoli, sui tipi di assicurazioni, sui tipi di carburanti, sulle utenze domestiche, sull’Iva dei beni di consumo, sul reddito, sul lavoro, le multe, i verbali, le more e tutti i tipi di sanzioni, i dazi comunali, provinciali, regionali e nazionali, gli ingenti ricavi da tutti i giochi truccati gestiti dal monopolio di Stato, quali Lotto, Superenalotto, poker e giochi vari on line, gratta e vinci, macchinette mangia soldi in sale bingo e pseudo-casinò, servono tutti insieme a creare il tesoro delle casse dello Stato, che serve a mantenere e dare forza spudorata all’esercito di politicanti, funzionari, top manager, dipendenti, gregari, scagnozzi, che, durante il giorno della loro vita, non perdono mai tempo a prendere platealmente per il culo chi non fa parte del giro, chi è fuori del sistema costituito da anni. La televisione ha il solo scopo di disorientare il popolino dai veri problemi della vita di tutti i giorni. I giornali altrettanto hanno questa funzione. Internet, invece, consente di diffondere la verità e per questo motivo i vertici delle caste privilegiate vogliono correre ai ripari con leggi-bavaglio. Leggi che danno la forza alle polizie preposte al controllo di togliervi la libertà, di privarvi delle vostre risorse, di isolarvi e dire al popolo che siete una minaccia per la collettività. Chi si può permettere il lusso e lo sfarzo, lo fa con voracità e gioisce in modo perverso del mal comune, dell’indigenza dei più che non sono scaltri, che non sanno rubare senza essere colti sul fatto. Il denaro accumulato nelle casse dello Stato, delle regioni, dei comuni, e persino quelli ottenuti dalla comunità europea a vario titolo, sono usati solo per business familiari, di cosca e di affiliazioni: questi business, in TV, sui giornali, e anche su internet, vengono pubblicizzati come servizi pubblici di elevata importanza. E molti di voi ci credono e, così, anche su internet ridondano le abominevoli prese per il culo dei comuni mass-media. Gli over 33, che non cercano più lavoro, sono le vittime di questo sistema mafioso e corrotto, che toglie ricchezze a chi ha meriti per darle a ladri ignoranti, che sono anche stati capaci di metterci in pericolo con le super potenze mondiali, oltre che a distruggere l’economia nazionale.
    SVEGLIA, POPOLO!!! \M/
    https://ebookgratuitiperte.altervista.org/?p=215

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Campo Obbligatorio